Centre Pompidou cosa vedere
 | 

Centre Pompidou: Cosa Vedere, Opere, Orari e Prezzo 2024

Vuoi saperne di più sul Centre Pompidou?

Vuoi avere tutte le info necessarie per pianificare la tua visita?

In questo articolo trovi una guida completa al celebre museo di arte moderna e contemporanea di Parigi.

Ecco cosa scoprirai leggendo l’articolo:

  • Quali sono le opere più interessanti del Centre Pompidou
  • Cosa vedere nel Centre Pompidou
  • Info utili come prezzo, dove comprare i biglietti, orari e tanto altro

Buona lettura e buona visita!

Prima di iniziare…

LINK UTILI PER IL TUO VIAGGIO A PARIGI

  • Paris Museum Pass: il pass turistico per accedere GRATIS alla quasi totalità delle attrazioni di Parigi (con un risparmio medio del 40-60% sul totale)

Biglietti per le attrazioni più popolari

Migliori visite guidate e free tour in italiano

Dove alloggiare a Parigi

Centre Pompidou: storia, prezzo biglietti e come arrivare con la metro

Cenni storici sul Centre Pompidou di Parigi

Centre Pompidou Storia

Il Centre Pompidou, famoso per essere il museo di arte moderna e contemporanea più importante d’Europa, nasce nel 1977 per volere dello stesso Georges Pompidou, ex primo ministro e presidente della repubblica francese.

Il progetto venne affidato ai due architetti Renzo Piano (italiano) e Richard Rogers. E nel giro di poco tempo, grazie alla sua architettura eclettica e innovativa, il Centre Pompidou diventa uno dei 3 musei più importanti di Parigi.

A primo impatto, è proprio l’architettura ciò che lascia il visitatore a bocca aperta. L’edificio infatti è stato progettato per sembrare una costruzione “inside-out” cioè costruita alla rovescia, con elementi normalmente interni che si trovano invece all’esterno dell’edificio.

Una volta davanti al Centre Pompidou, la prima cosa che si presenterà alla tua vista, sarà questo enorme edificio con tutte le tubature e gli ascensori a vista. 

Una caratteristica unica, che allo stesso tempo ha reso il Centre Pompidou uno dei monumenti più iconici della capitale francese.

Detto questo, adesso scopriamo tutto ciò che serve sapere, per visitare il Centre Pompidou.

Vuoi visitare il Centre Pompidou in un itinerario completo per Parigi?

Niente paura, ho scritto diversi itinerari che includono questo importantissimo museo. Ecco i migliori:

Centre Pompidou: prezzo del biglietto e dove acquistarlo

Quanto costa il biglietto per il Centre Pompidou?

Il biglietto che comprende tutto, sia mostre temporanee che permanenti costa 17€, mentre quello che include solo la mostra permanente costa 15€. I cittadini europei minori di 26 anni possono accedere gratuitamente.

Per l’acquisto ti consiglio vivamente di farlo online (lo trovi cliccando qui) perché si tratta di uno dei musei più visitati della Francia, e trovare un posto in giornata non è sempre possibile.

Come arrivare con la metro al Centre Pompidou

Come arrivare al centre pompidou

Centre Pompidou si trova nel quartiere Beaubourg a poca distanza dal Louvre e dal quartiere Le Marais.

Puoi raggiungere il Centre Pompidou in diversi modi:

  • Con la metro: linea 11 fino alla stazione di Rambuteau. Oppure linea 1, 4, 7, 11 e 14 fino alla stazione di Chatelet.
  • Con gli autobus: le linee 29, 38 e 75 effettuano fermate davanti al Centre Pompidou.

Centre Pompidou: cosa vedere, opere e mostre

Centre Pompidou: durata della visita e orari

Centre Pompidou opere e cosa vedere

Prima di addentrarci nella visita del museo è bene tenere a mente gli orari di apertura e chiusura:

  • Mostra permanente e temporanea: Centre Pompidou è aperto tutti i giorni tranne il martedì. Gli orari di apertura vanno dalle 11:00 alle 21:00. Mentre il giovedì il museo resta aperto fino alle 23:00 per le mostre temporanee del 6° piano.
  • Galleria dei bambini: dalle 11:00 alle 19:00.
  • Atelier Brancusi: dalle 14:00 alle 18:00.

Quanto dura la visita al Centre Pompidou?

Il museo è molto grande, e per visitarlo con tranquillità servono circa 3 ore.

Museo Nazionale di Arte Moderna

Cosa vedere nel Centre Pompidou di Parigi?

L’area più importante del museo è senza dubbio quella che ospita la collezione permanente.

Situata su due piani, il 4° e il 5°, il Museo Nazionale di Arte Moderna ospita una vasta collezione di oltre 50.000 opere d’arte, create da 6400 artisti provenienti da quasi 100 paesi.

A livello storico il museo copre un periodo che va dal 1905 fino ai giorni nostri.

Per essere precisi, al 4° piano troviamo le opere dagli anni 60’ al presente.

Al 5° invece troviamo le opere di arte moderna degli anni compresi tra il 1905 e il 1960. Ed è qui che trovi capolavori di Picasso, Modigliani e Matisse.

Consiglio: personalmente ti suggerisco di iniziare la visita partendo dal 6° piano se hai acquistato il biglietto completo, oppure dal 5° piano se hai acquistato il biglietto con la sola mostra permanente. Per poi andare a scendere e visitare il tutto in maniera cronologica.

Centre Pompidou: opere da non perdere

Centre Pompidou Opere

Parliamo adesso delle opere da vedere assolutamente durante una visita al Centre Pompidou. Le opere in questione fanno tutte parte della mostra permanente, quindi potrai vederle anche con il biglietto base.

“Violinista alla finestra” di Henri Matisse del 1918

Capolavoro assoluto di Matisse, secondo alcuni si tratta di un autoritratto.

In questo dipinto si vede un uomo senza volta che suona il pianoforte davanti ad una finestra. Una delle sue poche opere in cui il soggetto è un uomo. Il quadro evoca sensazioni di malinconia e di solitudine.

E in qualche riprende la visione della vita di Matisse, che si è spesso descritto come un pesce che ossera il mondo dall’interno della sua vasca di vetro.

“Fountain” di Marcel Duchamp del 1917

L’opera di Duchamp, in pratica è un orinatoio con una firma che recita “R. Mutt, 1917”. Secondo i critici d’arte, rappresenta una delle opere più importanti del XX secolo.

Una particolarità è che non fu mai presentata al pubblico dall’artista.

Sul significato si è discusso molto, e secondo gli esperti si tratta di un provocazione dell’idea di arte, che viene paragonata da Duchamp ad un orinatoio.

Autoritratto Drag di Andy Warhol del 1986

In quest’opera Andy Warhol, da sempre attratto dalla possibilità di costruirsi un’altra identità, collabora con il fotografo Christopher Makos che lo aiuta con 9 scatti in stile “Drag”.

Giallo-Rosso-Blu di Vassily Kandinsky del 1925

E adesso la mia opera preferita di Vassily Kandinsky. Giallo-Rosso-Blu durante il periodo in cui Kandinskij insegnava alla prestigiosa scuola di arte e design Bauhaus, come potrebbe suggerire il titolo, il dipinto è caratterizzato da 3 colori, che insieme creano delle forme geometriche astratte ma in perfetta armonia.

Autoritratto “La Cornice” di Frida Kahlo del 1938

“La cornice” è uno degli autoritratti più famosi di Frida Kahlo, un’opera a olio su vetro del 1938. Il dipinto era destinato alla sua prima vendita da una mostra francese di alto profilo del 1939 e fu acquistato dallo stato francese per essere esposto al Louvre e rappresenta in qualche modo un legame tra il Messico e l’Europa, il continente d’origine della celebre artista.

Galeries des Enfant

Se ti trovi a Parigi con dei bambini, una delle aree da non perdere è la Galeries des Enfant, una zona interamente dedicata allo sviluppo artistico dei bambini.

La visita è studiata per essere interessante per i bambini fino a 10 anni. Per questo motivo molte delle installazioni sono interattive e di facile comprensione. Vi stono inoltre diversi workshop in cui i bimbi si possono cimentare in creazioni e laboratori. Questi sono suddivisi per fascia d’età. Da 0 a 2 anni, da 2 a 5 anni e da 6 a 10 anni.

Galleria delle fotografie

Molto interessante è la sezione interamente dedicata alla fotografia. 

Qui ti troverai davanti ad una collezione vastissima, con oltre 45.000 foto e 60.000 negativi che ripercorrono la storia della fotografia e le principali correnti artistiche che l’hanno caratterizzata. 

Ovviamente non mancano scatti di importanti fotografi, come ad esempio Dora Maar e l’umanista Sabine Weiss.

Atelier Brancusi

Atelier Brancusi

Situato proprio davanti al Centre Pompidou, troviamo l’importante Atelier Brancusi, L’idea per la creazione di questo spazio è nata dalla vita e dalle opere dell’artista Constantin Brancusi, che ha vissuto e lavorato a Parigi per oltre 50 anni diventando uno degli artisti e fotografi più amati della città. 

Durante gli anni ’20, lo studio di Brancusi divenne uno spazio espositivo per le sue opere e oggi la replica dello studio è presentata come uno spazio museale.

All’interno trovi centinaia di opere tra cui sculture, disegni e fotografie.

La biblioteca

Il Centre Pompidou ospita una delle biblioteche di storia dell’arte più fornite del mondo. Ed è per questo motivo molto frequentata da studenti e ricercatori.

La biblioteca si trova al 2° e 3° piano dell’edificio e contiene oltre 400.000 libri e documenti accessibili al pubblico. Oltre alla sezione dedicata a libri e documenti, la biblioteca ospita anche una sezione dedicata alla musica e una con impianti audio-visivi.

Cinema del Centre Pompidou

Il Centre Pompidou non è solo un museo, ma come avrai capito ospita diverse tipologie di esperienze. Tra queste c’è persino una grande area “cinema” in cui è possibile guardare proiezioni e spettacoli riguardo diversi temi che ruotano ovviamente intorno all’arte moderna e contemporanea. 

L’area audio-visiva ospita inoltre una delle prime collezioni al mondo dedicate interamente ai “nuovi media”.

Le Cinema du Musée si trova al quarto piano.

I ristoranti del Centre Pompidou

ristorante Georges

E infine non si può non citare il meraviglioso ristorante con vista panoramica situato all’interno del Centre Pompidou.

O meglio, in realtà i ristoranti sono due.

Il più famoso ed esclusivo è un ristorante conosciuto con il nome di “Georges“. All’interno si può sia mangiare, che sorseggiare un ottimo cocktail d’autore con vista sulla città panoramica invidiabile (prenotazione necessaria).

Al primo piano invece troviamo il più “modesto” Mezzanine Café. Una caffetteria/ristorante in cui è possibile mangiare o prendere un semplice caffé (non serve la prenotazione).


Vuoi scoprire i musei nelle vicinanze? Ecco alcuni dei migliori:

ASPETTA! HO UN ULTIMO CONSIGLIO PER TE

Hey ciao! Prima di andare…

Lo sapevi che a Parigi puoi partecipare a dei free tour super interessanti?

Si tratta di un modo economico per conoscere storia, fatti e curiosità su questa meravigliosa capitale europea.

Ho messo insieme una lista dei migliori free tour (che puoi prenotare gratuitamente) con relativi links di prenotazione.

Importante: i posti sono sempre limitati perché essendo la prenotazione gratuita, c’è molta richiesta.

Free tour del centro, lungo la Senna (in italiano)

La visita guidata si svolge nel centro di Parigi, e ti porterà alla scoperta delle più importanti attrazioni che si affacciano lungo la Senna e della storia della capitale francese.

È il modo ideale per avere una panoramica della città e della sua storia. Clicca qui per prenotare questo questo free tour


Free tour di Montmartre (in italiano)

Questa visita guidata in italiano si svolge nel pittoresco quartiere (o per meglio dire villaggio) di Montmartre.

La durata è di circa 2 ore in cui scoprirai la astoria del quartiere, i vari personaggi importanti che vi hanno vissuto e perché (come ad esempio Van Gogh) e tanto altro. Clicca qui per prenotare il free tour


Free tour dei misteri e delle leggende di Parigi (in inglese)

Sei un amante del brivido e delle storie “macabre”?

Ecco il free tour che fa per te. Ti porterà alla scoperta della Parigi occulta e misteriosa. Con storie raccapriccianti realmente accadute nella capitale francese.

Ad esempio hai mai sentito parlare del barbiere e del fornaio di Rue Chanoinesse e di come facevano “scomparire” i clienti? Clicca qui per prenotare questo free tour

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *